3 adventour_marocco_informazioni_utili_01


Documenti necessari:

  • Passaporto individuale anche per i minori – raccomandiamo una validità minima di 6 mesi dalla data d’ingresso in Marocco.
  • Se siete cittadini Extra-UE, verificate la necessità di un visto d’ingresso.
  • Se avete figli minori, verificate con attenzione le disposizioni che riguardano specificamente la vostra famiglia presso la Polizia di Stato e presso il Consolato del Marocco più vicino a voi.
  • Inoltre controllate le richieste delle compagnie aeree al momento dell’acquisto del biglietto.
  • E’ riconosciuta la patente di guida rilasciata nei Paesi Europei, necessaria per chi desidererà guidare un’autovettura.


Clima:

  • Sulla costa il clima è temperato, con temperature estive piacevolmente calde e inverni miti; le piogge si verificano soprattutto nei mesi da novembre a febbraio.
  • Nell’interno del Paese  le temperature sono elevate in estate, con picchi che arrivano oltre i 40°C (caldo secco); gli inverni sono miti con temperature notturne basse.
  • Sulle montagne dell’Atlante si registrano abbondanti nevicate in inverno.


Fuso orario:

-1 ora rispetto all’Italia; a cavallo del cambio ora legale la differenza è di – 2 ore (l’ora legale è di recente introduzione e il cambio dell’ora viene comunicato con poco anticipo).


Salute:

  • Per informazioni sanitarie suggeriamo di consultare il Centro di Medicina dei Viaggi dell’ASL di appartenenza prima di ogni viaggio.
  • La copertura antitetanica è raccomandata; rivolgetevi al vostro medico per un consiglio.
  • Il Marocco ha buone infrastrutture mediche con ospedali statali e privati nei maggiori centri cittadini; consigliamo vivamente un’assicurazione personale assistenza medica / infortuni per coprire i costi in caso di necessità.


Abbigliamento adeguato:

  • casual, sobrio, pratico e confortevole;
  • sia agli uomini che alle donne si sconsiglia vivamente l’utilizzo di calzoncini corti, canotte e magliette scollate utilizzate come abbigliamento esterno;
  • in ogni viaggio è buona norma avere con sé un costume da bagno e un abito più formale, qualora si presentasse l’occasione di utilizzarlo;
  • preferite camicie a manica lunga e pantaloni lunghi NON attillati, che lascino circolare l’aria;
  • calze e scarpe da trekking comode (peso in base al tipo di attività che intendete svolgere) con la suola un po’ rinforzata;
  • tra aprile e settembre: abbigliamento leggero con un maglione o felpa di medio peso, una giacca anti-vento e un cappellino;
  • tra ottobre e marzo e/o per escursioni in alta montagna: per il giorno: abbigliamento di medio peso; per la sera: giacca anti-vento invernale, cappellino di lana, guanti e sciarpa; per la notte: pigiama invernale e un paio di calze calde;
  • vostra attrezzatura abituale per il trekking, se prevedete di farne.


Sicurezza:
La maggior parte del paese può essere visitato prendendo le normali precauzioni che adottereste anche in in Europa.
Alcuni suggerimenti:

  • non passeggiate da soli di notte (specialmente nelle grosse città),
  • lasciate a casa i vostri gioielli,
  • evitate di mettere in mostra oggetti di valore,
  • non trasportate grande quantità di denaro e, ogni volta che potete, depositate valori e documenti nella cassaforte dell’hotel.


Il Paese:
Paese di congiungimento tra l’Europa e l’Africa, il Marocco è un paese accogliente, ricco di natura, paesaggi spettacolari ed incontaminati, cultura, tradizioni ed arte.


Popolazione:

Circa 32,5 milioni di abitanti, per lo più Arabi e Berberi. Il 70% ha un’età inferiore ai 30 anni. La popolazione araba abita principalmente nelle grandi città, mentre le antiche popolazioni berbere, oggi per lo più sedentarie, risiedono nelle zone più montuose e nelle campagne.


Lingua:

Benché la lingua ufficiale sia l’arabo e nella metà del Paese si parli la lingua berbera, divisa in diversi dialetti, il francese è compreso dalla maggior parte della popolazione in tutto il Paese.


Valuta:

La valuta locale è il Dirham (DH); 1 Euro equivale a ca. 10,7 DH. Si può cambiare in aeroporto, negli hotel e in banca. I Travellers Cheques possono essere convertiti senza problemi ed è possibile prelevare valuta locale dai distributori automatici nelle città più grandi.

Benché accettato da molti esercenti, il pagamento tramite carta di credito è poco gradito e spesso viene tassato con una commissione tra il 4% e il 10%. Il pagamento in contanti consente di negoziare meglio qualsiasi prezzo.


Corrente elettrica:
In generale la corrente é 220 V.
Importante: se avete apparecchi con spine a 3 “maschi” (esempio il computer), portate con voi un adattatore con presa a 3 buchi e spina schuko.
Per gli altri casi non è necessario un adattatore.


Telefonia / Internet:

  • I cellulari GSM funzionano e la copertura è ampia.
  • Sulla maggior parte del percorso stradale il cellulare sarà attivo; qualora abbiate la necessità di fare lunghe telefonate, potrete acquistare una carta telefonica marocchina direttamente in aeroporto (in pochi minuti avrete l’attivazione) oppure potete comunicare con SKYPE quando avete una connessione internet.
  • Internet points sono disponibili in quasi tutte le cittadine, in tutte le grandi città ed in alcuni hotel.
  • Se desiderate portare il vostro PC, in molte strutture esiste la connessione senza fili: un’avvertenza, portate un rotolo di pellicola per alimenti ed avvolgete il PC ogni mattina, prima di metterlo nella borsa, affinché sia protetto dalla polvere.
  • Per chiamare il Marocco dall’estero: +212 + prefisso (senza lo “0”) + numero telefonico.
  • Prefisso dal Marocco per un numero italiano: +39
  • Prefisso dal Marocco per un numero svizzero: +41


Alberghi:

Gli alberghi / maison de charme (riad, dar, ksar, kasbah) proposti sono stati selezionati con cura e con un occhio di riguardo per la pulizia e l’igiene, in base a quanto disponibile lungo l’itinerario, considerando che, al di fuori delle città principali, non sempre sono disponibili strutture di elevata categoria e che spesso lo standard delle stesse non corrisponde a quello Europeo.
Ove disponibili, preferiamo indirizzare i nostri clienti in strutture caratteristiche, di fascino e tradizione, riad, dar, ksar, kasbah.

I riad sono antiche dimore e case private, ristrutturate per accogliere un numero limitato di clienti. Spesso sono gestiti direttamente dai proprietari, per lo più Europei che si sono innamorati del Marocco e che considerano i propri clienti come veri ospiti, personalizzando il servizio in base alle richieste. I riad generalmente si trovano all’interno delle città storiche (nella medina). Di solito il piano terreno è costituito da un piccolo ingresso (dal quale non si vede l’interno della residenza), da un patio e da alcune sale comuni, mentre ai piani superiori sono collocate le camere da letto.
Molti riad dispongono di una terrazza solarium ed alcuni hanno un hammam ed una sala massaggi.

Per garantire una cucina tradizionale di qualità, i pasti devono essere prenotati al più tardi la mattina stessa per la sera e la spesa viene effettuata di conseguenza.
Nel sud le strutture di fascino sono generalmente denominate dar, ksar, kasbah o, in generale maison d’hôtes ed hanno caratteristiche architettoniche berbere; anche qui si vive un’accoglienza personalizzata e di tradizione.

Scegliere di soggiornare in un riad, dar, ksar, kasbah è un’esperienza che consente di entrare maggiormente in contatto con la cultura e la tradizione locali e di vivere un’accoglienza personalizzata, rispetto ai grandi alberghi.

Tuttavia è bene essere consapevoli di alcuni aspetti caratteristici che potrebbero non incontrare le preferenze di tutti:

  • poiché molte zone della medina non sono percorribili in auto, alcuni riad devono essere raggiunti a piedi; il tal caso il trasporto dei bagagli sarà effettuato da portatori, a mano o con i tipici carretti;
  • spesso le camere sono strette a causa dei vincoli architettonici tradizionali (la lunghezza massima utile degli tronchi d’albero con cui si realizzavano le travi da costruzione), anche se a volte lo spazio è recuperato in lunghezza.

Per gli adulti sconsigliamo la sistemazione in camera tripla poiché, nella maggior parte delle strutture tipiche, per camera tripla si intende una camera doppia con letto singolo aggiunto; ciò comporterebbe una notevole riduzione dello spazio a disposizione e del comfort.

Se richiesta la sistemazione in tripla, suggeriamo la prenotazione di suite (con maggior spazio) oppure, in caso di riad con spazi ridotti, meglio optare per una doppia e una singola.


Ristoranti:

Durante il viaggio i pranzi sono generalmente liberi, per lasciar maggior flessibilità nello svolgimento della giornata e perché sia le colazioni che le cene sono molto abbondanti (abbiamo notato che molti clienti preferiscono spezzare la fame con uno spuntino veloce o con della frutta). In ogni caso, nelle città grandi c’è un’ampia offerta di ristoranti di tutti i prezzi mentre, lungo l’itinerario, il vostro autista saprà dove è più opportuno fermarsi, sia per mangiare che per acquistare pane/acqua/frutta.
Se deciderete di fermarvi nei piccoli ristoranti locali, lungo la strada, assaporerete un’ ulteriore autenticità ed entrerete maggiormente in sintonia con le abitudini del Paese (è opportuno consumare solo cibo cotto e speziato e bere tè bollente, ma il cibo è generalmente molto gustoso).
Lungo la parte itinerante del viaggio, tutte le cene sono previste nelle strutture in cui si pernotta e generalmente sono tipiche marocchine, affinché possiate fare anche un viaggio nei sapori del Paese. Se avete delle esigenze o richieste particolari, per cortesia fateci sapere.
Per lasciarvi una maggior libertà e indipendenza nella gestione delle vostre serate, nelle città più grandi e vivaci, non abbiamo incluso tutte le cene; in ogni caso, vi ricordiamo che il miglior rapporto qualità/prezzo si ottiene mangiando nei riad in cui pernotterete; potrete prenotare la mattina per la sera e potrete concordare con il personale un menu specifico, se lo desiderate.


Mance:
il personale di servizio negli alberghi ha un livello retributivo molto basso e una piccola mancia velocizzerà qualsiasi servizio: 5 o 10 DH (circa 0,50 € o 1,00 €, in funzione del tipo di servizio richiesto) sono più che sufficienti.


Spese extra e acquisti:
Per orientarvi nelle vostre spese quotidiane:

  • Il pranzo può costare tra gli 8 € (nei ristoranti per locali) e i 20-25 € a testa (nei ristoranti per europei).
  • L’acqua, in negozio, costa circa 50 centesimi di Euro la bottiglia da un litro e mezzo.
  • Se comperate frutta o pane nei mercati, costa poco (il 25% circa rispetto all’Italia).
  • Per le cene libere in un ristorante per europei potete spendere tra i 25 e 35 € a testa, ma anche di più (50-80 €) se scegliete un ristorante gastronomico o di lusso o se prendete vino.
  • Se decidete di mangiare sui banchetti in piazza Jemaa el Fna a Marrakech (molto tipico; evitate cibi fritti o crudi), potete spendere tra gli 8 e i 15 Euro a testa.
  • Per il resto delle spese, dipende dal vostro desiderio di shopping; l’artigianato è davvero molto accattivante.

Mercanteggiare è obbligatorio in tutta l’Africa, perché non esistono prezzi fissi, per nessuno, quindi prendete il vostro tempo e … negoziate, negoziate, negoziate, sorseggiando il vostro tè; sarà un’esperienza diversa e potreste concludere anche qualche buon affare.

Indicativamente per un tappeto (l’acquisto “per eccellenza”) potrete spendere dai 30 ai 60 Euro al mq. In ogni caso, se non sapete dare un valore all’oggetto che state acquistando, ricordatevi sempre che un impiegato di banca guadagna circa 300 Euro al mese e che un pane costa intorno a 1 dirham (10 centesimi di Euro) e fate le debite proporzioni. Inoltre, pensate a quanto potreste pagare nel vostro Paese quell’oggetto e, soprattutto, se lo comprereste al prezzo che il commerciante vi sta chiedendo.

Datevi un tetto massimo di spesa per ogni acquisto che desiderate fare, prima di iniziare una contrattazione.
Per evitare dissapori con in commercianti, chiedete il prezzo (e, quindi cominciate a trattare) solo se l’oggetto vi interessa e, per concludere un buon affare, solo se avete il tempo per poter condurre una negoziazione che potrebbe anche durare più di mezz’ora.


Religione:

Il Marocco è un Paese musulmano; il calendario è basato sui mesi lunari e la maggior parte delle festività variano da un anno all’altro.

Il Ramadan è uno dei 5 pilastri dell’Islam e coincide con il periodo in cui i musulmani digiunano (nel 2016 durerà dal 6 giugno al 5 luglio +/- 1 giorno): per un mese lunare, durante le ore di luce, non è permesso mangiare, bere, fumare né avere qualsiasi piacere della carne.
Il Ramadan può essere un periodo interessante per visitare il Marocco, soprattutto se avrete l’occasione di essere presenti quando volge al termine e l’euforia aumenta.
Tenete semplicemente conto che la vita seguirà un ritmo più lento del solito; negozi, uffici e banche potrebbero operare in orari diversi rispetto al solito (generalmente apriranno più tardi, saranno operativi durante l’ora del pranzo e chiuderanno prima la sera) e che molti ristoranti e bar saranno chiusi durante il giorno, soprattutto se rivolti al pubblico locale.
Pertanto, durante l’itinerario, tenete sempre con voi del cibo (frutta, barrette energetiche, pane).
Ogni giorno, quando si rompe il digiuno, il Muezzin grida il suo richiamo ed è normale piacevole che tutti coloro che lo osservano lo rompano insieme. Per permettere questo, salvo in casi di emergenza, vi chiediamo di non aspettarvi alcun servizio tra i 15 minuti prima e i 45 minuti dopo la rottura del digiuno.
Per questo motivo, consigliamo vivamente di partire di prima mattina per evitare di essere sulla strada durante la rottura del digiuno e di avere, quindi, un eventuale disagio.

Siamo certi che la vostra permanenza in Marocco sarà un’esperienza positiva se dimostrerete comprensione durante questo importante momento religioso.

Vi suggeriamo di:

  • non mangiare, bere o fumare in aree pubbliche a meno che queste siano riservate ai turisti (meglio stare all’interno di hotel / ristoranti e bar che all’esterno),
  • gli autisti e le guide si aspetteranno che voi mangiate e beviate, quindi potrete mangiare anche accanto a loro,
  • se siete fumatori, fatelo con discrezione.

Gli autisti che viaggiano per oltre 100 km al giorno hanno la facoltà di bere e di mangiare con moderazione anche durante le ore di luce, ma siate consapevoli che ognuno di loro deciderà come comportarsi in base alle proprie condizioni fisiche e al luogo in cui si trova.


Caratteristiche auto per chi desidera effettuare il viaggio con proprio fuoristrada o SUV:

  • Sono indispensabili mezzi in perfetta efficienza.
  • Le auto dovranno essere munite di pneumatici all-terrain adatti a percorrenze 50% su asfalto e 50% su sterrato (più una di scorta, meglio due).
  • Si sconsigliano vivamente i portapacchi. Per le proprie auto, portare filtri aria, cinghie per pompa acqua e alternatore, 2 camere d’aria o kit per riparazione tubeless, cric (meglio se a binda), pala e cinghia di traino (no, cavi d’acciaio).
  • L’autonomia minima deve essere di 400 km.
  • Portare con sè i codici di programmazione dell’antifurto.
  • Portare con sé la chiave di scorta dell’auto (DA NON LASCIARE DENTRO LA VETTURA)
  • Verificare come scollegare l’ABS.
  • IMPORTANTE: per i motori common rail, consigliamo vivamente il montaggio di un pre-filtro, a monte della pompa di alimentazione del carburante (anche nei diesel, che già possiedono un filtro prima della pompa di iniezione) che si può bloccare con acqua o sporco.
  • Età minima dei piloti che desiderassero noleggiare un fuoristrada in Marocco: 25 anni.


Non dimenticare:

  • Fotocopia dei vostri documenti di viaggio in caso di smarrimento degli stessi.
  • Biglietti aerei / nave.
  • Passaporto valido almeno 6 mesi dalla data d’ingresso in Marocco. Se siete cittadini Extra-Comunitari, verificate la necessità di un visto d’ingresso.
  • Patente di guida Europea se pensate di condurre un veicolo.
  • Assicurazione auto/moto valida per il Marocco qualora entriate nel Paese con il vostro veicolo (è anche possibile sottoscriverla all’arrivo in Marocco).
  • Assicurazione assistenza medica / infortuni in viaggio.
  • Denaro contante (gli Euro sono cambiati ovunque).
  • Bagaglio facilmente maneggevole e di dimensioni contenute (15 kg sono accettati da tutte le compagnie aeree, anche low-cost).
  • Piccolo zaino per gli effetti personali;
  • Attrezzatura fotografica, batterie.
  • Occhiali da sole (meglio un paio di scorta).
  • Crema solare e stick per labbra.
  • Un copricapo; per chi avesse i capelli lunghi consigliamo un foulard per ripararli dalla polvere sulle piste.
  • Torcia (tenetela sempre a portata di mano, anche nella vostra stanza in hotel).
  • Carta igienica e/o fazzoletti igienici.
  • Repellente per zanzare e piccoli insetti.
  • Medicinali di uso personale (tra i quali includere un antidiarroico ed un collirio).
  • Per gli eventuali pernottamenti in campi tendati pre-allestiti o in rifugi è consigliato l’utilizzo del proprio sacco a pelo (consigliamo un sacco a pelo invernale tra ottobre e aprile o se pernottate ad alta quota; negli altri casi è sufficiente un sacco a pelo estivo).
Share Button
Marbar Consulting Sagl - via Vedeggio, 1 - 6928 Manno - Switzerland - info@adventour.org ©®2013-2015 All Rights Reserved